Profilo del Vino

vitigno Friulano, da antiche vigne

Annata 2016

denominazione D.O.P. Friuli Isonzo

Alcool (%vol) 13.0% vol

Zuccheri Secco

Tipo di terreno Pianura ricca di ghiaia e ciottoli, con argilla di colore rossastro per la presenza di ossido di ferro ed alluminio.

Varietà d’uva Friulano in purezza

Sistema di allevamento Doppio capovolto

Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato

Produzione 70 q/ha

Epoca di vendemmia Metà settembre

Modalità di raccolta Manuale in piccole cassette

Vinificazione L’uva viene delicatamente diraspata e sottoposta a pigiatura. La fermentazione viene accompagnata con l’iperossigenazione del mosto, a controllo termico (15/18°C.) in recipienti in acciaio inox.

Affinamento Il vino, esaurita la fermentazione, viene travasato in serbatoi in acciaio inox, e lì matura sur lies per 10 mesi. Imbottigliato, viene affinato in locali termocondizionati per ulteriori 10 mesi.


Note sensoriali

Colore Delicato colore giallo limone, con riflessi verdolini, di ottime limpidezza e luminosità.

Profumo Di buona intensità, sempre fine ed elegante, si presenta dapprima con sentori tipici di fiori di campo e frutta a pasta bianca (mela e pera) in via di maturazione, poi esprime lievi profumi di albicocca. Il finale è correttamente mandorlato. L’ossigenazione e l’aumento di temperatura implementano la complessità regalando sentori delicati di miele e pesca gialla, accompagnati da note “minerali” legate alla sapidità del vino.

Gusto Fresco e sapido, di buona struttura ed equilibrio, sviluppa le caratteristiche note di mandorla tipiche del vitigno e del suolo. Persistente, regala sensazioni di morbida armonia. Molto interessante la corrispondenza naso-bocca.

Abbinamenti/Temperatura di servizio Ideale per accompagnare prosciutto crudo di San Daniele e salumi in genere, esprime la sua ottima vocazione con gli asparagi e tutte le erbe primaverili impiegate in frittate e risotti. Si abbina molto bene anche con i crostacei.

Temperatura di servizio Ideale per accompagnare prosciutto crudo di San Daniele e salumi in genere, esprime la sua ottima vocazione con gli asparagi e tutte le erbe primaverili impiegate in frittate e risotti. Si abbina molto bene a paste con sughi di carne di maiale. Da offrire a 12°C, con optimum di espressività a 15°C se correttamente ossigenato.

Profilo del Vino

vitigno Friulano, da antiche vigne

denominazione D.O.C. Friuli Isonzo

Alcool (%vol) 13.5% vol

Zuccheri Secco

Tipo di terreno Pianura ricca di ghiaia e ciottoli, argilla di colore rossastro per la presenza di ossido di ferro ed alluminio.

Varietà d’uva Friulano in purezza

Sistema di allevamento Doppio capovolto

Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato

Produzione 70 q/ha

Epoca di vendemmia Metà settembre

Modalità di raccolta Manuale in piccole cassette

Vinificazione L’uva viene delicatamente diraspata e sottoposta a pigiatura. La fermentazione viene accompagnata con l’iperossigenazione del mosto a controllo termico (15°C – 18°C) in recipienti in acciaio inox.

Affinamento Il vino, esaurita la fermentazione, viene travasato in serbatoi di acciaio inox. Lì matura sur lies per 10 mesi. Ad imbottigliamento effettuato viene affinato in locali termocondizionati per ulteriori 10 mesi.

Note sensoriali

Colore Delicato colore giallo paglierino, con tenui riflessi verdolini, molto vivaci, di grande limpidezza e luminosità.

Profumo Di buona intensità, sempre fine ed elegante, si presenta dapprima con note di lieviti e sentori tipici di fiori di campo e biancospino, poi esprime toni di mela e pera non mature, di mandorla scottata e miele.

Gusto Fresco e sapido, di buona struttura ed equilibrio, sviluppa le caratteristiche note di mandorla tipiche del vitigno e del suolo. Persistente, regala sensazioni di morbida armonia.

Abbinamenti Ideale per accompagnare prosciutto crudo di San Daniele e salumi in genere, esprime la sua ottima vocazione con gli asparagi e tutte le erbe primaverili impiegate in frittate e risotti. Si abbina molto bene anche con i crostacei.

Temperatura di servizio La temperatura alla quale esprime sensazioni più nette è di 12°C – 13°C

 

Profilo del Vino

denominazione D.O.C. Friuli Isonzo

Alcool (%vol) 13.5% vol

Zuccheri Secco

Tipo di terreno Pianura ricca di ghiaia e ciottoli, argilla di colore rossastro per la presenza di ossido di ferro ed alluminio. Appezzamento ben ventilato, caldo e piovoso.

Varietà d’uva Friulano in purezza

Sistema di allevamento Doppio capovolto

Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato

Produzione 70 q/ha

Epoca di vendemmia Metà settembre

Modalità di raccolta Manuale in piccole cassette

Vinificazione L’uva viene delicatamente diraspata e sottoposta a pigiatura. La fermentazione viene accompagnata con l’iperossigenazione del mosto a controllo termico (15°C – 18°C) in recipienti in acciaio inox.

Affinamento Il vino, esaurita la fermentazione, viene travasato in serbatoi di acciaio inox. Lì matura sur lies per 10 mesi. Ad imbottigliamento effettuato viene affinato in locali termocondizionati per ulteriori 10 mesi.

Note sensoriali

Colore Giallo paglierino non particolarmente carico, ma con riflessi vivaci

Profumo All’olfatto appare delicato nelle sue note fruttate (mela e lieve nota di mandorla), vegetali (lieve presenza di assenzio) e un tocco speziato (vaniglia). Vino di buona eleganza e nitidezza, dai profumi freschi e morbidi.

Gusto All’assaggio si mostra secco, di buona struttura per l’annata, discretamente persistente. Fresco con buona mineralità. Buona la corrispondenza tra naso e bocca.

Abbinamenti Ideale per accompagnare prosciutto crudo e primi piatti di pesce delicati e non troppo strutturati

Temperatura di servizio La temperatura alla quale esprime sensazioni più nette è di 12°C – 13°C

Profilo del Vino

denominazione D.O.C. Friuli Isonzo

Alcool (%vol) 13.5% vol

Zuccheri Secco

Tipo di terreno Pianura ricca di ghiaia e ciottoli, argilla di colore rossastro per la presenza di ossido di ferro ed alluminio. 

Varietà d’uva Friulano in purezza

Sistema di allevamento Doppio capovolto

Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato

Produzione 70 q/ha

Epoca di vendemmia Metà settembre

Modalità di raccolta Manuale in piccole cassette

Vinificazione L’uva viene delicatamente diraspata e sottoposta a pigiatura. La fermentazione viene accompagnata con l’iperossigenazione del mosto a controllo termico (15°C – 18°C) in recipienti in acciaio inox.

Affinamento Il vino, esaurita la fermentazione, viene travasato in serbatoi di acciaio inox. Lì matura sur lies per 10 mesi. Ad imbottigliamento effettuato viene affinato in locali termocondizionati per ulteriori 14 mesi. Il vino è sul mercato da ottobre 2015.

Note sensoriali

Colore Vino dal delicato colore giallo paglierino, con riflessi verdolini, molto vivaci.

Profumo Al naso si presenta dapprima molto delicato con sentori tipici del vitigno; poi esprime toni più decisi, ma sempre delicati, di frutta ed erbe aromatiche (erba ed assenzio). Sempre nitido e tipico.

Gusto In bocca è fresco e sapido, di buon corpo e buona corrispondenza gusto-olfattiva, con sviluppo agrumato; lungo e deciso, e dalla delicata ed elegante persistenza aromatica.

Abbinamenti Ideale per accompagnare salumi, prosciutti e primi piatti delicati e non troppo strutturati.

Temperatura di servizio La temperatura alla quale esprime sensazioni più nette è di 12°C – 13°C

Sashimi di dentice con cetriolo fermentato, emulsione di uova di dentice e caviale di scampo.

Da Sydney lo Chef Federico Zanellato propone il sashimi di dentice, pesce pregiato presente anche nel nostro Mar Mediterraneo, da abbinare al frutto delle nostre antiche vigne, il Friulano. Ingredienti per 4 persone: 1 filetto di Dentice 250 gr. di uova di dentice 3...

Carbonara di gamberi

Gunter Piccolruaz, Charming Italian Chef, propone un primo piatto a base di  "spaghettoni" Benedetto Cavalieri, premiati  con il famoso Oscar nel 2001 dalla National Association for the Speciality Food Trade e le code di gambero, crostaceo dal sapore inimitabile....

Radicchi invernali con mela e kren

Stefano e Patrizio con questa ricetta esaltano in modo semplice un prodotto antico e saporito come i radicchi invernali. Perfetto da accompagnare con il frutto delle nostre vigne secolari, il Friulano

Share This